Grazie all’assicurazione del capofamiglia, la vostra vita quotidiana non sarà minacciata da quei piccoli imprevisti che possono mandare in crisi le finanze della vostra famiglia.

La vita di tutti i giorni è di per sé fonte di tanti pensieri e una polizza rc capofamiglia con un premio decisamente contenuto potrebbe evitarvi tanti grattacapi in più.

Si sta parlando di una soluzione che copre in caso di piccoli e grandi incidenti di vita quotidiana. Potete mettervi al riparo da danni a terzi e a beni e allo stesso tempo potrete tutelare i vostri cari. L’importante è capire che tipo di garanzie cercate e quali sono quelle offerte dalle compagnie, quindi basta scegliere l’offerta più conveniente a parità di massimale scelto sulla base della vostra situazione.

Va chiarito che l’assicurazione del capofamiglia non è legata alla casa, rispetto alla quale invece esiste un prodotto specifico come l’assicurazione casa, ma alle persone e agli animali che convivono con voi, che non è il luogo a determinare la copertura assicurativa (che per questo è vasta dal punto di vista territoriale) ma se ad essere coinvolti sono il capofamiglia o uno qualsiasi dei familiari.

Assicurazione del capofamiglia, cosa copre?

A livello territoriale un’assicurazione capofamiglia in genere copre quasi l’intero pianeta. Per quanto riguarda invece la copertura a cose o persone, non fatevi ingannare dal nome perché questa polizza copre chi abita con voi come figli ed eventuali animali domestici.

Nel caso di danni causati da persone si parla di risarcimento per eventi colposi, se l’incidente viene invece causato dal cane o dal gatto o da qualsiasi altro animale domestico si risarcisce anche in caso di dolo. Ogni compagnia assicurativa poi presenta diverse proposte inserendo clausole particolari oppure franchigie diverse.

Ecco perché il consiglio è sempre quello di leggere attentamente il contratto prima di firmare. L’assicurazione del capofamiglia non copre eventuali incidenti sul lavoro, rispetto ai quali invece è sempre preferibile stipulare un’assicurazione professionale specifica.

Quando si vuole portare un esempio di risarcimento nel caso di assicurazione del capofamiglia, si cita sempre il caso di danni provocati dal proprio animale domestico. Il cane che distrugge il divano appena acquistato, il gatto che si fa le unghie sul mobile di antiquariato e così via.

La polizza però copre anche i danni causati da un figlio minore, oppure quelli dovuti alla rottura di una tubatura o quelli dovuti ad attività domestiche e di ordinaria manutenzione procurati ad esempio da collaboratori domestici.

Assicurazione del capofamiglia con animali domestici

Come detto nel paragrafo precedente, un’assicurazione del capofamiglia con le dovute integrazioni copre anche danni causati volontariamente dal vostro amico a quattro zampe. Da non confondere con la specifica polizza cani e gatti che fa riferimento a razze specifiche e offre un tipo di copertura diversa.

Assicurazione del capofamiglia in sintesi

Le garanzie che offre un’assicurazione del capofamiglia possono essere diverse ma tutte legate a danni causati involontariamente a terzi da te o da un componente della tua famiglia o da un collaboratore domestico. Per riassumere questa la casistica delle garanzie di un’assicurazione del capofamiglia:

  • danni derivanti dalla conduzione dell’abitazione: rientra in questa casistica il secchio fatto cadere accidentalmente dal balcone. Purché appunto sia caduto accidentalmente e non sia stato lanciato volutamente!
  • Danni derivanti da fatti illeciti dei figli minori: il figlio che rompe con una pallonata il vetro del vicino;
  • Danni derivanti dalla proprietà e dalla custodia di animali domestici;
  • Danni derivanti dal malfunzionamento della struttura come la rottura di una tubatura che allaga l’appartamento di sotto;
  • Danni provocati da figli minori di 14 anni che a vostra insaputa mettono in moto veicoli o natanti provocando danni a terzi.

Fonte https://www.mioassicuratore.it