Chiusura libretti al portatore

La chiusura dei libretti al portatore è prevista per il 31 dicembre 2018. In questa data scade il termine previsto dalla normativa antiriciclaggio (decreto legislativo n. 231 del 2007 aggiornato con il decreto legislativo n. 90 del 2017) per estinguere i libretti al portatore ancora esistenti.

L’Abi, l’Associazione bancaria italiana,  ricorda a tutti coloro che detengono questi libretti a recarsi in banca per effettuare la loro estinzione entro il termine sopra indicato.

“Ai sensi della normativa in vigore –  si legge in una nota – qualora il portatore del libretto si presentasse in banca successivamente al 31 dicembre 2018, la banca sarà obbligata a inoltrare una comunicazione al ministero dell’Economia e delle Finanze che potrà applicare una sanzione da 250 a 500 euro“.

Per evitare questa multa i risparmiatori potranno incassare il denaro o trasferire l’importo.

Chiusura libretti al portatore e normativa antiriciclaggio

Non ci sono numeri ufficiali ma a differenza dei conti dormienti, quelli per intenderci non movimentati per dieci anni e il cui importo assicura ogni anno un gettito di circa 100 milioni, l’importo di cui parliamo stavolta è più modesto.

La gran parte di questi libretti è raccolta dalle Poste. Spulciando il bilancio di Cassa Depositi e Prestiti (che gestisce i fondi della raccolta delle Poste) l’importo l’anno scorso era pari a 33 milioni di euro.

Dal 4 luglio 2017, con il recepimento nella normativa italiana della IV direttiva europea antiriciclaggio, per banche e Poste italiane è diventato obbligatorio emettere esclusivamente libretti di deposito nominativi. Dalla stessa data non è più stato possibile trasferire i libretti bancari o postali da un portatore a un altro.

La novità è in linea con quanto indicato dagli organismi internazionali che si occupano di formulare regole e indirizzi per tutelare l’economia dai rischi di infiltrazioni criminali nel sistema finanziario e che già da tempo suggerivano di limitare progressivamente l’utilizzo di strumenti finanziari e titoli al portatore.

2018-11-29T23:32:22+00:00