RC capofamiglia: come difendersi dagli imprevisti

Chi causa un danno deve risarcire il danneggiato e se a causarlo è un minore, un animale o un oggetto, sarà cura di chi ne ha la responsabilità provvedere a risarcire il terzo danneggiato.

Gli imprevisti possono stravolge la quotidianità famigliare, mettendo a repentaglio il bilancio e i progetti futuri.

In Italia, l’ultimo rapporto Acri (Associazione delle Casse di risparmio e fondazioni di origine bancaria) mostra che una famiglia su 5 rischia di andare in crisi se dovesse affrontare una spesa imprevista anche solo di 1.000 euro e che, se l’imprevisto fosse più alto, appena il 34% potrebbe farvi fronte con le sole proprie forze: gli altri dovrebbero ricorrere a prestiti o intaccare i risparmi accumulati.

Non tutti sanno che è possibile proteggersi da piccoli e grandi imprevisti, attraverso soluzioni che tutelano l’RC capofamiglia e che, a fronte di un premio di poche decine di euro all’anno, consentono di ottenere l’intervento della compagnia assicurativa in caso di necessità

RC capofamiglia, perché è importante?

Se la vostra pace ha un prezzo, prendere in considerazione un’RC capofamiglia diventa fondamentale. Si sta parlando di un prodotto che copre in caso di piccoli e grandi incidenti di vita quotidiana. Potete mettervi al riparo da danni a terzi e a beni e allo stesso tempo potrete tutelare i vostri cari. L’importante è capire che tipo di garanzie cercate e quali sono quelle offerte dalle compagnie, quindi basta scegliere l’offerta più conveniente a parità di massimale scelto sulla base della vostra situazione.

2018-08-23T12:17:50+00:00